Audio Storia

Caruggi

audiostoria di Federica Manzitti  / Roma

Travestiti a Genova
02/01/2019
15:38 min
logo blogger contest2018_ita_senza feccia
Trenta anni fa Via della Croce Bianca era la strada delle trans. Lo è anche oggi, almeno un po’.

Via della Croce Bianca è stretta e scura, scende da monte e porta alle banchine del porto di Genova. La facevo al contrario tutte le mattine verso le 7 andando a scuola, con la divisa bianca e blu e la cartella sulle spalle. La via più breve tra il portone e la fermata dell’autobus. La via proibita, scura, sordida, magnetica. Trenta anni fa Via della Croce Bianca era la strada delle trans. Lo è anche oggi, almeno un po’. Ursula e Rossella sono ancora lì, 76 anni ciascuna. Sono tornata a salutarle.

Testo: Federica Manzitti e Rossella Bianchi
Voce: Federica Manzitti, Rossella Bianchi, Ursula, passanti
Foto: Federica Manzitti e Lisetta Carmi

  • Piazza Andrea Gallo
Federica Manzitti

Federica Manzitti

Sono stata una giornalista e sono ancora un'autrice radio. Ho fatto l'inviata per Radio Capital, la redattrice e la caposervizio per Radio Città Futura, l'autrice di originale radiofonici per Radio Tre. Ho 49 anni. Vivo a Roma da 30 anni. Per due anni ho vissuto in Uruguay dove sono stata responsabile della redazione locale di un quotidiano per gli italiani all'estero. Cammino molto e mi perdo spesso, non più come una volta purtroppo. A volte arrivo tardi (o non arrivo affatto).


Il mio blog | Scrivo su facebook. Registro suoni e faccio foto.
Link al blog

Esplora altre storie

Sulle montagne ci andasti scalzo. I tuoi piedi si fecero erba, neve, roccia. Il... Sulle montagne ci andasti scalzo. I tuoi piedi si fecero erba, neve, roccia. Il tuo incedere agile di balzi. Per sedici anni casa tua...

Ti capita che alla porta bussi proprio lei. Immediatamente non credi a quel “toc-toc”... Ti capita che alla porta bussi proprio lei. Immediatamente non credi a quel “toc-toc” anche se te lo saresti aspettato e, con tutto te...

Il vento di montagna strappa la vita di un escursionista, con il suo sibilo... Il vento di montagna strappa la vita di un escursionista, con il suo sibilo freddo, sferzante di odio verso la vita di colui che...

Questa non è una storia di conquiste. Né di scelte vittoriose. Non ha neppure... Questa non è una storia di conquiste. Né di scelte vittoriose. Non ha neppure una fine e probabilmente è un non classificabile, come quando...

Vagabondare per noi era andare dove ci portava la voglia di arrampicare, ma il... Vagabondare per noi era andare dove ci portava la voglia di arrampicare, ma il senso principale era quello di non sapere al mattino dove...

Mancano una manciata di mezzore all’alba, ho le gambe che tremano, un vecchio fucile... Mancano una manciata di mezzore all’alba, ho le gambe che tremano, un vecchio fucile di fabbricazione russa puntato al viso, e Dio sa quanto...

Un gioco di immagini, nate per la curiosità di scoprire cosa si nasconde sotto... Un gioco di immagini, nate per la curiosità di scoprire cosa si nasconde sotto i laghi ed i fiumi sulle nostre montagne. ...

Una salita che discende lungo il mistero del femminile, a come si confronta con... Una salita che discende lungo il mistero del femminile, a come si confronta con meraviglia e terrore dinnanzi al potenziale generativo manifestato nella maternità. Un racconto...

Gocce scendono regolari con un ritmo ipnotico che riempie il silenzio. Mi guardo allo specchio,... Gocce scendono regolari con un ritmo ipnotico che riempie il silenzio. Mi guardo allo specchio, le domande iniziano ad accavallarsi nella mia testa, penso a...

Descrivere una persona è come fare un viaggio, puoi uscirci insieme in ciabatte, prendere... Descrivere una persona è come fare un viaggio, puoi uscirci insieme in ciabatte, prendere il caffè al bar sotto casa, e ti bastano due...